Integrazione al PTOF - Curricolo verticale di Educazione civica

Curricolo verticale di Educazione civica in pdf

A decorrere dal 1° settembre 2020 è entrata in vigore la legge 20 agosto 2019, n. 92 recante “Introduzione dell’insegnamento scolastico dell’Educazione civica” nel primo e nel secondo ciclo di istruzione; è istituito l'insegnamento trasversale dell'Educazione Civica che sviluppa la conoscenza e la comprensione delle strutture e dei profili sociali, economici, giuridici, civici e ambientali della società.

L’Educazione Civica è una disciplina che ha una dimensione integrata e una trasversale che coinvolgono l’intero sapere. La scuola è la prima palestra di democrazia, una comunità in cui gli alunni possono esercitare diritti inviolabili nel rispetto dei doveri sociali: qui si confrontano con regole da rispettare e vivono nella quotidianità esperienze di partecipazione attiva che costituiscono il primo passo verso il loro futuro di cittadini attivi, consapevoli e responsabili. In classe gli studenti iniziano a vivere pienamente in una società pluralistica e complessa come quella attuale, sperimentano la cittadinanza e iniziano a conoscere e a praticare la Costituzione.

Il presente curricolo, elaborato dai docenti dell’Istituto, come previsto dalle Linee guida per l’insegnamento dell’Educazione civica L.20/19 n° 92 e dal Decreto attuativo del 22 giugno 2020, offre ad ogni alunno un percorso formativo organico e completo capace di stimolare i diversi tipi di intelligenza e di favorire l’apprendimento di ciascuno.

Nella nostra scuola, il concetto chiave che collegherà tutte le tematiche che seguiranno è quello di RESPONSABILITÀ, declinato in tutti gli ambiti della realtà, dal digitale al sociale, passando per la salvaguardia del patrimonio naturale locale e globale. Una responsabilità che prende forma con l’acquisizione di conoscenze, la messa in pratica di atteggiamenti rispettosi rivolti a sé, agli altri ed al contesto, nonché il concretizzarsi di azioni volte alla cooperazione e alla solidarietà.

A partire dalla Scuola dell’Infanzia, attraverso iniziative di sensibilizzazione, sino al I ciclo di istruzione, con carattere trasversale, interdisciplinare e pluridisciplinare, lo studio dell’E.C. è finalizzato a promuovere la cittadinanza attiva e consapevole: per questa ragione è stato pensato secondo un’ottica collegiale, corresponsabile e di continuità tra i diversi ordini, pur mantenendo il suo tratto autonomistico. Nella Scuola Primaria e nella Secondaria di I grado è prevista la figura del coordinatore di E.C. che, presente all’interno di ciascun Consiglio, si occuperà del coordinamento e della raccolta dei dati relativi alla valutazione, oggetto di un successivo monitoraggio da parte dei referenti d’Istituto per i diversi ordini in modo tale da giungere ad una valutazione certificata, formativa, proattiva, partecipata e autentica delle competenze di E.C.

In relazione a quanto sopra esposto, si individuano gli obiettivi di apprendimento trasversali e le competenze, utili ai fini della VALUTAZIONE, relativi ai nuclei tematici (COSTITUZIONE, SVILUPPO SOSTENIBILE, CITTADINANZA DIGITALE) delineati dal MIUR nelle “Linee guida” per l’insegnamento dell’Educazione Civica e che trovano connessione con il Profilo dello studente al termine del primo ciclo di istruzione e anche nelle COMPETENZE CHIAVE EUROPEE.

Allegati:
FileDescrizioneDimensione del File
Scarica questo file (Curricolo verticale di Educazione civica-impaginata fa.pdf)Curricolo verticale di Educazione civica-impaginata fa.pdf 944 kB